Si chiama Pulse, ricorda il Creature: il Festival per i giovani fa centro al Belgiardino

Si chiama Pulse, ricorda il Creature: il Festival per i giovani fa centro al Belgiardino

Si sono contate 800 presenze lo scorso weekend nell’oasi verde alle porte di Lodi teatro di concerti, incontri culturali e varie performance artistiche

«In due sere abbiamo contato circa 800 presenze, 500 il venerdì e 300 il sabato. Una cosa del genere non si vedeva dai tempi del Creature: non siamo ancora a quei livelli, ma abbiamo i mezzi e le idee per arrivarci». Parole di Marco Pedrinazzi, volontario dell’associazione Progetto Pretesto e organizzatore del Pulse Festival che nello scorso weekend ha animato il parco del Belgiardino, l’oasi verde alle porte di Lodi. Concerti, incontri, riflessioni, esibizioni e performance nel nome della musica, dell’arte, delle innovazioni tecnologiche e, soprattutto, dell’aggregazione, un concetto pressoché scomparso nei mesi segnati dalla pandemia.

Leggi di più sul “Cittadino” in edicola mercoledì 27 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA