Scomode verità da raccontare per migliorare il nostro Paese
Sopra la copertina

Scomode verità da raccontare per migliorare il nostro Paese

Venerdì sera il nuovo appuntamento con il ciclo di conversazioni web del Comune di Lodi

«In Italia le cose miglioreranno quando la politica comincerà a dire le verità anche quando sono scomode, soprattutto in termini elettorali». È questa la tesi al centro dell’ultimo saggio firmato da Alberto Brambilla, “Le scomode verità su tasse, pensioni, sanità e lavoro”, testo che ribalta luoghi comuni, posizioni demagogiche e false convinzioni da anni radicati nel nostro Paese. L’autore, presidente del Centro studi e ricerche Itinerari Previdenziali, ne parlerà venerdì sera nel corso del nuovo appuntamento di “Riflessioni in Comune”, il ciclo di incontri web organizzato dall’amministrazione lodigiana. La diretta (ore 21) è in programma sul profilo Facebook del Comune di Lodi oppure sulla piattaforma Zoom all’indirizzo https://us02web.zoom.us/j/84663566683. Alla conversazione, moderata dal vicesindaco Lorenzo Maggi, parteciperanno anche Maurizio Belpietro, direttore del quotidiano “La Verità”, e il giornalista Natale Forlani.

Il libro, scrive Brambilla, è «un tentativo di dare una risposta fuori dagli schemi comuni e fuori dal coro alle domande che si pongono spesso i cittadini per capire meglio il loro presente e il futuro che li aspetta». L’autore traccia un dettagliato bilancio dell’economia italiana sfatando molti luoghi comuni su pensioni, tasse, sanità, modelli di vita della società. «Siamo l’ottava economia mondiale per PIL, la settima a livello industriale, quinta per surplus commerciale e con uno dei più bassi livelli di indebitamento privato – si legge nella quarta di copertina del volume -. Eppure siamo depressi, insoddisfatti, ci aggrappiamo alle sirene della politica e alle loro messianiche e spesso irrealizzabili promesse. Se avessimo voluto una riprova di come in Italia si tacciono le verità più scomode, eccola arrivare con la pandemia di Covid-19, un’occasione per la classe politica di mettersi in mostra promettendo sussidi a debito, anche per cifre ingenti, senza però spiegare ai cittadini le conseguenze delle scelte fatte sul nostro futuro tenore di vita. Si prosegue con un assistenzialismo che produce solo nuovi poveri. Ma lo spread e i mercati? Riusciremo nel 2021 a pagare le pensioni?».

Già sottosegretario al Ministero del Welfare con delega alla “Previdenza Sociale”, Brambilla è editorialista per quotidiani e periodici e autore di numerose pubblicazioni in materia di welfare, previdenza sociale, fiscalità e servizi finanziari mobiliari e immobiliari. Dopo aver ricoperto prestigiosi incarichi direttivi presso imprese nazionali e internazionali, ha fondato Itinerari Previdenziali, realtà indipendente che da oltre 10 anni opera in attività di ricerca, formazione e informazione nell’ambito del welfare e dei sistemi di protezione sociale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA