Patto tra Sgarbi e Codogno: sarà commissario per l’arte
Il sindaco di Codogno Francesco Passerini con Vittorio Sgarbi durante il recente sopralluogo nella Bassa

Patto tra Sgarbi e Codogno: sarà commissario per l’arte

Il noto critico diventerà un “ambasciatore” delle bellezze della città

Vittorio Sgarbi sarà nominato Commissario straordinario per le Belle Arti del Comune di Codogno. A pochi giorni dalla visita che domenica ha portato il critico d’arte in sopralluogo tra alcuni dei “gioielli” artistici della città, è questo il clamoroso sviluppo che sta per prendere la forma di un ufficiale provvedimento amministrativo, che darà a Sgarbi il ruolo di “ambasciatore” del ricco patrimonio storico, architettonico e artistico di Codogno. Il sindaco Francesco Passerini conferma l’imminenza del provvedimento e ne specifica la finalità: «La nostra città vanta un patrimonio culturale importante e in questi cinque anni abbiamo sempre cercato di valorizzarlo. Domenica ho condiviso con il professor Sgarbi questo obiettivo ed è da lì che è nata l’opportunità di una sua nomina a Commissario straordinario per le Belle Arti della nostra città».


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola giovedì 15

© RIPRODUZIONE RISERVATA