Oscar 2020: il trionfo di “Parasite”

Oscar 2020: il trionfo di “Parasite”

Quattro statuette al film di Bong Joon-ho, prima opera straniera a vincere come Miglior film

L’edizione 2020 degli Oscar ha un trionfatore. A “stravincere” non è stato il favorito “1917”, ma il sudcoreano “Parasite” primo film straniero nella storia ad aggiudicarsi la statuetta come Miglior film. E al suo regista Bong Joon-ho è andato anche il premio come miglior regista.

Per il sudcoreano è stata una vittoria su tutti i fronti e senza precedenti: nella Notte delle stelle si è portato a casa ben quattro premi, compresi nelle categorie principali: Miglior film, Miglior regia, Miglior film internazionale e Miglior sceneggiatura.

Grande deluso della serata è “1917” considerato il gran favorito della vigilia, mentre “Joker” che si presentava con il record di Nomination (ben 11) si è dovuto accontentare del premio a Joaquin Phoenix come Miglior attore e della statuetta come Miglior colonna sonora.

Questa la lista dei premiati:

MIGLIOR FILM: Parasite

MIGLIORE REGIA: Bong Joon-ho (Parasite)

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA: Renée Zellweger (Judy)

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA: Joaquin Phoenix (Joker)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA Laura Dern (Storia di un matrimonio)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA Brad Pitt (C’era una volta a... Hollywood)

MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE: Parasite (Bong Joon Ho)

MIGLIOR FILM DI ANIMAZIONE: Toy Story 4

MIGLIOR DOCUMENTARIO: American Factory (Steven Bognar, Julia Reichert e Jeff Reichert)

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE Parasite (Bong Joo Ho e Han Jin Won)

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE Jojo Rabbit (Taika Waititi)

MIGLIOR FOTOGRAFIA: 1917 (Roger Deakins)

MIGLIOR MONTAGGIO: Le Mans ’66 - La Grande Sfida (Michael Mccusker, Andrew Buckland)

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI: 1917 (Guillaume Rocheron, Greg Butler e Dominic Tuohy)

MIGLIOR COLONNA SONORA: Joker (Hildur Ingveldardóttir Guðnadóttir)

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE: (I’m Gonna) Love Me Again da Rocketman (Elton John, Bernie Taupin)

MIGLIOR SONORO: 1917 (Mark Taylor e Stuart Wilson)

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO: Le Mans ’66 - La Grande Sfida (Donald Sylvester)

MIGLIOR TRUCCO E ACCONCIATURE: Bombshell (Kazu Hiro, Anne Morgan e Vivian Baker)

MIGLIORI COSTUMI: Piccole Donne (Jacqueline Durran)

MIGLIOR SCENOGRAFIA: C’era una volta a... Hollywood (Barbara Ling, Nancy Haigh)

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO: The Neighbor’s Widow (Marshall Curry)

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO DI ANIMAZIONE: Hair Love (Matthew A. Cherry e Karen Rupert Toliver)

MIGLIOR CORTO DOCUMENTARIO: Learning To Skateboard In A Warzone (Id Yoùre A Girl) (Carol Dysinger, Elena Andreicheva)


© RIPRODUZIONE RISERVATA