Mr. Robot
“Mr. Robot” con Rami Malek

Mr. Robot

SIAMO SERIAL: Questa settimana è il turno di una delle stelle più luminose dell’universo serie

“Quello che sto per dirti è top secret, si tratta di una cospirazione gigantesca. C’è un gruppo di persone potenti che governa il mondo in segreto, parlo di gente che nessuno conosce, di persone invisibili, l’1 per cento più ricco dell’1 per cento più ricco del mondo che gioca a fare Dio senza permesso”. Queste parole potrebbero suonarvi familiari, di questi tempi. È proprio così che inizia “Mr. Robot”, una serie tv che non può perdersi nel calderone di titoli Netflix, perché sarebbe davvero un peccato: “Mr. Robot” è il racconto, a volte estremizzato, della società in cui viviamo, dalla rete intesa come un flusso non stop di dati personali che ci riguardano fino al potere smisurato e gli affari milionari delle multinazionali. Una specie di “V per Vendetta” ma ambientato nel presente e con uno sguardo del tutto particolare al mondo degli hacker.

Dramma e thriller si mescolano nel un racconto scritto da Sam Esmail, e da poco il cerchio si è chiuso con la quarta e ultima stagione. La narrazione può rivelarsi a tratti un po’ incerta, tuttavia punta sempre in alto, con l’ambizione di voler raccontare aspetti ambigui della società e della rete. Il protagonista è Elliot Alderson, un giovane ingegnere informatico di New York interpretato da Rami Malek, un nome che avrà moltissimo da dire ai fan dei Queen, dal momento che l’attore ha interpretato Freddy Mercury, indimenticato leader della band, nel film “Bohemian Rapsody”. Ebbene, Elliot lavora come esperto della sicurezza nell’azienda Allsafe Cybersicurity. È sociofobico, non è in grado di avere rapporti normali con la gente, anche perché è assuefatto alla morfina e preda di deliri paranoici e allucinazioni. Genio del computer, è in grado di hackerare qualsiasi sistema e qualsiasi… persona, al punto che è diventato uno stalker informatico: non importa che si tratti di un amico, di un conoscente o di uno sconosciuto, l’essere umano, per lui, è un computer da violare per carpirne segreti e informazioni. Decisamente un anti-eroe, così come ci hanno abituato le serie tv dell’ultimo decennio (“Homeland”, “Breakin Bad”, “Dexter”).

La sua vita si complica quando un misterioso anarchico-insurrezionalista, Mr. Robot, lo avvicina per introdurlo in un gruppo di hacker conosciuto come fsociety. Il loro obiettivo è liberare l’umanità dai debiti con le banche e smascherare i potenti che stanno distruggendo il mondo, una sorta di Robin Hood con pc e codici. Per convincere il giovane a unirsi alla causa, Mr. Robot dichiara di voler causare il fallimento della potente multinazionale E Corp, ritenuta responsabile di un disastro ambientale che causò la morte del padre di Elliot, insieme ad altre centinaia di persone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA