Libri, una “sfida” alle grandi firme

Libri, una “sfida” alle grandi firme

Quattro ospiti per la gara tra studenti, apre Biondillo

«Il verbo leggere non sopporta l’imperativo». La massima di Gianni Rodari, uno degli scrittori più geniali e fantasiosi della letteratura italiana contemporanea, sembra calzare a pennello con la filosofia di “Sfida all’ultimo libro”, l’iniziativa che l’assessorato alla cultura della Provincia di Lodi dedica agli studenti delle classi terze e quarte degli istituti superiori con l’obiettivo di promuovere e incentivare i ragazzi alla lettura. Nessun obbligo e nessuna costrizione, perché in questo caso la lettura diventa un gioco: le varie classi si sfidano infatti in un torneo letterario con diverse prove, rispondendo a domande su libri scelti dagli esperti del Sistema bibliotecario lodigiano della Provincia da un elenco di opere ritenute particolarmente indicate per le fasce di età coinvolte nella competizione.

All’iniziativa, giunta al “secondo turno”, partecipano 14 classi di 8 diversi istituti, coinvolgendo un totale di 350 ragazzi. E a partire da oggi, il progetto sarà sostenuto anche da una serie di eventi collaterali che coinvolgeranno quattro scrittori di fama nazionale chiamati nelle diverse scuole per chiacchierare con i ragazzi delle proprie passioni letterarie. «Sono molto soddisfatto del successo che ha ottenuto fino a ora tra gli studenti l’iniziativa - ha dichiarato l’assessore provinciale alla cultura Mariano Peviani -. Sono convinto che la lettura vada spronata e incentivata, anche e soprattutto attraverso iniziative come questa, aperte non solo agli studenti ma a tutto il pubblico, che sanno creare piacevoli momenti di incontro e di confronto con i nostri scrittori contemporanei».

“La mia storia di lettore”, questo quindi il titolo della nuova rassegna, che vedrà la partecipazione di “penne celebri” come Gianni Biondillo, Cristiano Cavina, Ilaria Rossetti e Giorgio Vasta. Il debutto è fissato per questa mattina (ore 10) all’Itis Cesaris di Casalpusterlengo dove sarà ospite Biondillo, noto saggista e giallista milanese il cui ultimo libro è Nel nome del padre, romanzo incentrato sul vuoto legislativo che non tutela i padri divorziati. A seguire, il prossimo 19 marzo, gli studenti del liceo Novello di Codogno incontreranno Cristiano Cavina, scrittore romagnolo classe 1974 autore di cinque romanzi ambientati nella sua zone d’origine: l’ultimo è Scavare una buca, edito da Marcos y Marcos. La scrittrice lodigiana Ilaria Rossetti, vincitrice nel 2007 del premio Campiello giovani con il racconto La leggerezza del rumore e autrice del romanzo Tu che te ne andrai ovunque, sarà invece l’ospite d’onore dell’appuntamento in programma il 9 aprile al liceo Gandini di Lodi. Chiude il programma l’incontro con Giorgio Vasta, scrittore palermitano, che a maggio (la data è ancora da definire) parlerà delle proprie esperienze letterarie con gli studenti del liceo Verri di Lodi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA