La serie sbarca in America, McConaughey sarà il nuovo “Doc”?
Luca Argentero e Pierdante Piccioni, che ha ispirato la serie “Doc”

La serie sbarca in America, McConaughey sarà il nuovo “Doc”?

La storia ispirata dal medico lodigiano Pierdante Piccioni

La fiction dei record sbarca negli Stati Uniti. E nel ruolo di Andrea Fanti, il “Doc” interpretato da Luca Argentero e a sua volta ispirato alla vicenda del medico lodigiano Pierdante Piccioni, potrebbe esserci Matthew David McConaughey, star americana nota in tutto il mondo come protagonista di film come “Interstellar”, “The wolf of Wall Street” e “Amistad” e in serie tv di grande successo come “True detective”. Lo ha rivelato lo stesso Piccioni, ex primario del Pronto soccorso di Lodi e attualmente sempre in prima linea nell’Asst territoriale, durante un incontro al Circolo dei Lettori di Torino per la presentazione del libro “Doc – Nelle tue mani” (Mondadori) sulla seconda stagione della fiction: «Ora anche la Sony ha comprato i diritti del format per mandarlo in onda in America – racconta Piccioni, vittima, nel 2013, di una lesione alla corteccia cerebrale in seguito a un incidente automobilistico che gli ha cancellato 12 anni di memoria -. Stanno facendo il casting, una delle ipotesi è che Fanti sia interpretato da Matthew David McConaughey: non nascondo che non mi dispiacerebbe». In Italia, la terza stagione andrà in onda nella primavera 2023: «Stiamo lavorando – conferma Piccioni -, ma non sono autorizzato a dire di più. Si ragionerà ancora di empatia, di metodo Fanti, ma è una delle ipotesi. Naturalmente non si snaturerà la storia e non mancheranno le sorprese». Quelle che hanno permesso alla fiction di diventare un vero e proprio caso televisivo: «“Doc” è per la Rai la gallina delle uova d’oro. Una sera, durante un incontro, persone di Mediaset e Netflix dicevano scherzando che avrebbero comprato la serie dalla Rai a qualunque prezzo. La prima stagione ha avuto un successo enorme con più di 100 Paesi al mondo che hanno acquistato i diritti. La seconda è sulla stessa strada».n 
F. R.


© RIPRODUZIONE RISERVATA