La rivoluzione dopo “l’eclissi totale”: una nuova vita (artistica) per Clorinda
La copertina del disco firmato da Clorinda e Massimo Iacobacci

La rivoluzione dopo “l’eclissi totale”: una nuova vita (artistica) per Clorinda

Sabato a San Fiorano il concerto per presentare il progetto con Massimo Iacobacci

Una nuova vita (artistica) quella iniziata da Clorinda, apprezzata cantante codognese, dopo l’incontro con Massimo Iacobacci, pianista romano, polistrumentista, compositore e arrangiatore apprezzato nel panorama musicale nazionale.

Dalla loro collaborazione è nata la canzone “Eclissi totale”, diventata “punto zero” del progetto “Clorinda feat Massimo Iacobacci” che le sta portando soddisfazioni professionali importanti all’artista. Un primo Ep di quattro brani strumentali intitolato “Sinfonia Incalzante” pubblicato a gennaio, seguito dal secondo Ep “Jazz NovilUnion” uscito a marzo e contenente sei canzoni inedite.

Sabato (ore 22) Clorinda e Iacobacci presenteranno “Jazz NovilUnion” a San Fiorano presso Cascina Divizia. «Dopo tante esibizioni sempre fuori Lodigiano, stavolta giocherò in casa» conclude Clorinda, che abita proprio a San Fiorano.

Approfondisci l'argomento sulla copia digitale de Il Cittadino

© RIPRODUZIONE RISERVATA