La “Beata Ingenuità” di Luciano Nardozza
Luciano Nardozza

La “Beata Ingenuità” di Luciano Nardozza

Esce il nuovo singolo del cantautore lucano adottato da Casalpusterlengo

Una canzone che «dà voce ad emozioni ambivalenti ma contestuali: al senso di frustrazione, di rabbia, quasi di vendetta nei confronti della vita ma anche alla promessa fatta a sé stessi di andare oltre, per ritrovare il proprio equilibrio». Così Luciano Nardozza presenta il suo nuovo singolo, “Beata Ingenuità”. Un brano pop rock debutterà ufficialmente in radio e nei digital store venerdì 26 aprile, aggiungendo un nuovo tassello al periodo d’oro che sta vivendo il cantautore di origini lucane ma casalese d’adozione.

La copertina del singolo

La copertina del singolo

La copertina del singolo

Nardozza è infatti fresco della finale guadagnata a inizio aprile al prestigioso Premio Fabrizio De André. E l’uscita di “Beata Ingenuità” anticipa quella del nuovo album, “Fuori luogo”, atteso per maggio. «È vero, questo è un periodo davvero ricco di soddisfazioni – conferma il compositore e chitarrista - . Da sempre, peraltro, identifico aprile e la primavera in generale come un periodo speciale e di rinnovamento».

Nell’attesa, non resta che godersi l’energia di “Beata Ingenuità”. Accompagnato da un videoclip diretto da Leopoldo Caggiano e disponibile sul canale Youtube e Vevo di Nardozza, il brano è stato realizzato con il contributo di noti musicisti quali Gianluca Misiti (tastierista per Daniele Silvestri e Max Gazzè) e Piero Monterisi (batterista di PFM, Tiromancino e Daniele Silvestri). Buon ascolto.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 26 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA