Il ritorno del Low L fest: tre giorni rock nella Bassa
Super-ospiti domenica al festival

Il ritorno del Low L fest: tre giorni rock nella Bassa

Il via venerdì: i Good Riddance protagonisti della prima giornata, domenica Cor Veleno e Tre Allegri Ragazzi Morti

Dopo mesi (anzi anni) di grande attesa per il doppio rinvio causato dal covid, il conto alla rovescia che scandiva il ritorno del Low-L fest è finalmente terminato. Venerdì il centro sportivo di Guardamiglio aprirà i battenti per ospitare una tre giorni all’insegna della musica all’interno di un festival che unisce grandi nomi del panorama indipendente nazionale con la miglior offerta della scena emergente (e una chicca direttamente dalla California).

Si perché “udite udite” le tre giornate di festa e musica saranno completamente gratuite; più di 30 artisti tra band e progetti singoli si alterneranno sui due palchi: il main stage e l’acoustic stage, per bombardarci di decibel dall’aperitivo a notte fonda. Ma andiamo con ordine perché il cartellone è vastissimo. Iniziamo con la giornata di venerdì che vedrà protagonista forse il nome più altisonante del festival: direttamente da Santa Cruz ci saranno i Good Riddance per l’unica data italiana del loro tour; lo stesso giorno saliranno sul palco principale Red Car Burns, Discomostro, Edward in Venice, Secoli Morti, Aurevoir Sofia, mentre sull’acoustic stage si presenteranno Menagramo e Honey.

Il sabato invece sarà tutto italiano con Bull Brigade, Gli Ultimi, Plakkaggio, Los Fuocos, Palm Down, LineOut e gli E. C. (vincitori del Punkadeka Low-L contest); e ancora sul palco acustico: Viboras, Skytea For Warriors, Andy Ramponi, Dan on the Moon. Domenica il gran finale con il super-gruppo dei Cor Veleno e Tre Allegri Ragazzi Morti a concludere la line up che comprenderà Labradors, Six Impossible Things, HoFame; mentre l’acoustic stage ospiterà Caso, Miglio, Marta e Cheriach Re. Gli after show saranno affidati ai dj set di Ignorance (oggi), Cascoigne (sabato) e Marsala (domenica).

Approfondisci l'argomento sulla copia digitale de Il Cittadino

© RIPRODUZIONE RISERVATA