Il “Carlo Rossi” svela il cartellone: «C’è grande voglia di tornare in sala»
La sala del “Carlo Rossi”

Il “Carlo Rossi” svela il cartellone: «C’è grande voglia di tornare in sala»

Il direttore del Comunale di Casale Andrea Ragosta presenterà venerdì in sala la nuova stagione

Municipale “Carlo Rossi” di Casalpusterlengo, si alza il sipario sulla stagione teatrale 2021-22. Che parte, naturalmente, con il teatro a capienza piena (291 posti), tra novità organizzative, produzioni di qualità e tradizioni che finalmente ritornano. Di quest’ultime la prima è decisamente imminente e riavvolge il nastro a prima del 2020 quando era tradizione per il “Rossi” svelare il proprio cartellone in una vera e propria serata di presentazione aperta al pubblico. Ebbene, nel segno di una normalità a cui si agogna da tempo, questa tradizione sta ora per essere riproposta e la conferma arriva dal direttore artistico Andrea Ragosta: «Anche questo è un bel segno di teatro che a poco a poco ritorna; la presentazione sarà questo venerdì (alle 21) direttamente nella platea del “Rossi”, dove aspettiamo tutti gli interessati a saperne di più sulla stagione che stiamo per inaugurare. In quella serata sveleremo il cartellone – continua Ragosta -: fin d’ora posso però dire che quel che attende il pubblico è una stagione con produzioni e professionisti importanti, per spettacoli che avranno nei desideri ambiti e conquistati il loro filo conduttore».

Qualche anticipazione tecnica, peraltro, già c’è. La prima: la stagione del “Rossi” quest’anno sarà divisa in due parti, da qui al 31 dicembre, quindi da gennaio a primavera. «È un modo per capire come risponderà il pubblico dopo due anni in cui il teatro è stato praticamente chiuso - spiega Ragosta -. Sia chiaro: il sentore è più che positivo, percepiamo la voglia di tornare a teatro della gente e ne siamo felici. Ma procedere con gradualità ci permetterà di evitare sbavature e consentirà di mettere in campo le migliori proposte teatrali possibili». Venerdì sarà così presentata la prima parte di stagione fino al 31 dicembre. «Comprendente cinque spettacoli in abbonamento e uno spettacolo fuori abbonamento già fissato al 3 novembre - spiega il direttore - . Sarà l’evento d’inaugurazione della stagione, aperto a tutto il territorio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA