I Fichi d’India tornano a Lodi

Il «tichi tic», uno dei tanti tormentoni diventati famosi grazie all’estro comico dei Fichi d’India, sabato sera (ore 21.15) tornerà a “invadere” l’ampia sala dell’auditorium Bipielle di via Polenghi. Per l’occasione il famoso duo comico milanese proporrà lo spettacolo intitolato Carnevale a Lodi che si annuncia un concentrato di umorismo, gag e battute fulminanti. I biglietti per assistere allo show sono ancora disponibili presso la profumeria Pinalli in piazza della Vittoria (25 euro per un posto in platea e 20 per la galleria più 2 euro di prevendita) o prenotabili al numero 377/1044062.

Non è la prima volta che i Fichi d’India, al secolo Bruno Arena e Max Cavallari, sbarcano in città. Negli anni Novanta, quando erano ancora sconosciuti al grande pubblico, si erano esibiti sul palco del Sax’o Cafè. La seconda tappa è datata novembre 2009, quando i due si sono presentati da autentici mattatori, forti dei loro successi televisivi e cinematografici, sul proscenio dell’audtorium Bipielle. Una serata indimenticabile per il pubblico lodigiano, che nella circostanza aveva letteralmente gremito la sala salutando poi i due attori tra applausi e ovazioni. Quello dei Fichi d’India, nome nato per gioco nel 1989 sulle spiagge di Palinuro dove i due iniziarono il loro sodalizio artistico, è un umorismo popolare, infarcito da stralunati e irresistibili giochi di parole e scenette ormai entrati nell’immaginario collettivo. Come il saluto «Amici ahrarara», oppure gli sketch della bambina e il tranviere, i televenditori, Cappuccetto rosso e il lupo cattivo. Personaggi diventati cari al grande pubblico che ha potuto seguire l’evoluzione della carriera ventennale dei Fichi d’India in tante trasmissioni televisive (da Zelig a Colorado, passando per Buona domenica), al cinema (interpretarono i personaggi del Gatto e della Volpe nel Pinocchio di Benigni) e in programmi radiofonici. Lo spettacolo lodigiano sarà organizzato ancora una volta da Vichy Management, la società che già lo scorso anno portò i due comici in città: e anche questa volta le risate saranno assicurate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA