Dario Leone racconta Falcone sul palco milanese del Parenti
Dario Leone in una foto di scena di “Bum ha i piedi bruciati”

Dario Leone racconta Falcone sul palco milanese del Parenti

L’attore lodigiano in scena dal 17 al 22 maggio con “Bum ha i piedi bruciati”

Perché Bum ha i piedi bruciati? Da una semplice e innocente domanda di un bambino si apre un monologo profondo, intenso, emozionante, appassionato, che colpisce diritto al cuore.

Dopo due anni di assenza causa pandemia, “Bum ha i piedi bruciati”, spettacolo scritto e interpretato dall’attore lodigiano Dario Leone, torna sul palco nella prestigiosa cornice del Teatro Parenti di Milano in occasione del trentesimo anniversario della strage di Capaci. Per sei serate consecutive, dal 17 al 22 maggio, Leone guiderà il pubblico in una storia che, in un crescendo di narrazione, mette in luce gli aspetti più intimi e quotidiani, gli entusiasmi, le intuizioni, le difficoltà dell’uomo prima che del magistrato, offrendo una chiave di lettura empatica, coinvolgente, rivolta a un pubblico di ogni età.

Approfondisci l'argomento sulla copia digitale de Il Cittadino

© RIPRODUZIONE RISERVATA