Da studenti a cittadini del futuro con gli stimoli della Fotografia etica: a Lodi un concorso per le scuole

Il progetto “Becoming a citizen” per i ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori

Da studenti a cittadini del futuro con gli stimoli della Fotografia etica: a Lodi un concorso per le scuole

Un progetto di cittadinanza attiva dedicato agli studenti lodigiani, dalle elementari alle superiori. L’iniziativa si intitola “Becoming a citizen – La tua idea di città” e prende spunto dalla mostra omonima dell’ultima edizione del Festival della Fotografia etica. Il reportage firmato da Isabella Franceschini racconta la storia di Michelle, eletta sindaca all’età di 10 anni a Castel San Pietro Terme, uno dei pochi centri italiani (1% del totale) con un consiglio comunale per ragazzi. Sulla scia di questa esperienza, il Comune di Lodi intende «alimentare la cittadinanza attiva», spiega l’assessore Francesco Milanesi, nonché «la partecipazione e l’ascolto», come sottolinea la collega Mariarosa Devecchi. Il concorso, aperto a tutte le classi e a gruppi di studenti, prevede la presentazione di una proposta

per migliorare la città negli ambiti «dell’ambiente e sostenibilità, pace, rispetto delle differenze, contrasto al bullismo e a ogni forma di prevaricazione, e organizzazione di eventi culturali e aggregativi – illustra la vicesindaca Laura Tagliaferri -. Dopo una prima selezione, le proposte saranno pubblicate sul sito del Comune e potranno essere votate da tutti. A maggio, i progetti migliori verranno quindi presentati al consiglio comunale che eleggerà il vincitore. L’amministrazione stanzierà 5mila euro per la realizzazione. Non conta la complessità del progetto: tutti i ragazzi, dai 6 ai 18 anni, sono in gioco. Questo concorso è un’esperienza di democrazia e ci permetterà anche di capire la sensibilità dei più giovani nei confronti di alcune tematiche». Le proposte (testo massimo di 4mila caratteri) dovranno essere presentate entro il 31 marzo. «La fotografia ha un potere incredibile – spiega Laura Covelli, responsabile del progetto “Educational” del Festival della Fotografia etica -. La mostra ha generato un’idea che coinvolgerà i più giovani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA