Si riaccende il proiettore al Troisi
Sopra Elio Germano in “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo

Si riaccende il proiettore al Troisi

Venerdì riprende la programmazione a San Donato con “I miserabili” e “Favolacce”

Venerdì si riaccendono i proiettori del Troisi. Il cinema sandonatese si appresta a riaprire i battenti, puntando su due dei film più interessanti usciti a ridosso dell’emergenza sanitaria, I miserabili di Ladj Ly e Favolacce dei fratelli D’Innocenzo, ponendo fine al lungo periodo di interruzione forzata iniziato il 23 febbraio. Le regole di distanziamento ridurranno la capacità della sala grande da 350 a circa 130 posti, spiega Domenico Dinoia, responsabile della programmazione di Progetto Lumiere, ente gestore del Troisi (oltre che del Palestrina di Milano).

A metà maggio il calcolo dei gestori quantificava in 50mila euro le perdite di un trimestre di chiusura del cinema della città dell’Eni. Il 18 maggio la sala è sbarcata su MioCinema, piattaforma per la visione in streaming che “abbraccia” anche il Moderno di Lodi. «Venerdì riapriamo», conferma Dinoia. Alle 21.15 al via I miserabili nella sala grande, e alle 21.30 ecco Favolacce nella sala piccola. E via così fino al 30, con l’aggiunta, nel fine settimana, della proiezione delle 17.30 in sala grande e 17.45 in sala piccola. Uno sfalsamento di 15 minuti che, complici le dimensioni ridotte della seconda sala del Troisi, consentiranno di evitare assembramenti nell’atrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA