Adj Channel, nuova radio del Lodigiano

Adj Channel, nuova radio del Lodigiano

L’impresa famigliare di Andrea Bambini, alias dj Andrew, e della moglie Sabrina alla Muzza di Cornegliano Laudense

L’idea è conquistare un pubblico rimasto sostanzialmente orfano di una radio di riferimento made in Lodi. Con palinsesto disegnato per essere puro intrattenimento: una selezione di musica ampia – anche se la genesi si deve a un dj, «non è un canale per discotecari» - e appuntamenti fissi con le dirette, tra le ricette in cucina e le interviste con i professionisti del benessere o del beauty. Tutto per regalare, ai lodigiani in primis, ma non solo ovviamente, momenti di leggerezza e di musica.

Nasce una nuova radio nel Lodigiano, sfruttando la tecnologia del web e l’esperienza musicale di chi da anni seleziona musica come dj, oggi alla guida della Adj Team, vasta rete di dj di tutto il nord e il centro Italia. Si chiama Adj Channel la radio nata nelle ultime settimane dall’iniziativa di Andrea Bambini, 38enne noto con il nome di dj Andrew e già collaboratore della fucina lodigiana degli spettacoli Altamarea, dove è responsabile del settore dj. Ai microfoni c’è lui, insieme alla moglie e cantante Sabrina, nello studio attrezzato – con tanto di insegne – alla Muzza di Cornegliano Laudense. Il circuito utilizzato è quello del web. La radio è associata a SMRadio – ergo Silver Music Radio, nata a Milano nel 2012 e oggi tra le prime cinque web radio nel panorama nazionale – ed è possibile trovare Adj Channel tra i canali di SMRadio, sul sito internet o sull’applicazione, o sul sito internet www.adjteam.it/player/.

Il battesimo risale al 30 marzo scorso, in pieno lockdown, ma l’epidemia è tra gli argomenti “off limits” per politica editoriale. «Abbiamo pensato di puntare sul Lodigiano perché è rimasto sostanzialmente privo di un riferimento radiofonico, con la chiusura di Radio Lodi, non ci sono esperienze simili – spiega Andrea – e il 30 marzo abbiamo dato il via alle dirette. Al momento da Cornegliano Laudense trasmettiamo io e mia moglie Sabrina, che è anche cantante, ma ci sono già diversi collaboratori attivi in altri luoghi. Abbiamo dj che ci mandano contributi, chi si occupa dello spazio quotidiano dedicato alla cucina e alle ricette. La musica che trasmettiamo è di tutti i generi, va dall’house al revival e al funky, ma stiamo anche trasmettendo interviste e contributi diversi. Penso agli appuntamenti con astrologi, professionisti del benessere psicologico o ancora artisti del make up. Abbiamo anche una rubrica dedicata alla tecnologia. Per scelta non parliamo di tre tematiche: politica, religione e coronavirus. Vogliamo che il nostro sia un “luogo” per evadere, per vivere momenti di svago totale. Non trasmettiamo neanche pubblicità che parlano di Covid19».

Insomma un’oasi leggera e in note, che ha già riscosso un buon successo. «In 21 giorni abbiamo avuto 4500 ascolti – persone che si sono di fatto collegate, per un’ora come per 5 minuti, e più di mille sono ascoltatori unici: se me l’avessero pronosticato, non ci avrei creduto – racconta Andrew – e forse questo risultato è anche figlio di una voglia di radio di questo territorio, in cui non ci sono altre offerte. L’obiettivo oggi è farci conoscere e crescere».


© RIPRODUZIONE RISERVATA