Lodi - I giovani riempiono di gioia la cattedrale e guardano già alla Gmg di Lisbona del 2023

Sabato sera con il vescovo di Lodi la professione di fede dei 19enni

Lodi - I giovani riempiono di gioia la cattedrale e guardano già alla Gmg di Lisbona del 2023
Il vescovo con alcuni dei giovani

Sono entrati nella Cattedrale di Lodi dal portone principale, i 19enni della diocesi di Lodi che hanno scelto di professare pubblicamente la fede. Ad accoglierli, “C’è fretta nell’aria”, l’inno della Giornata mondiale della Gioventù di Lisbona cantato dal coro “Il Dono”.

«È ufficialmente iniziata l’avventura verso la Gmg 2023 - ha detto il direttore dell’Ufficio di pastorale giovanile don Enrico Bastia -. Perché una Gmg prevede un percorso e un raccogliere dopo l’esperienza».

Se il culmine della XXXVII Gmg sarà la prossima estate, tutto il percorso già da ora segue il filo conduttore “Maria si alzò e andò in fretta”.

Citando l’inno, ha detto il vescovo di Lodi monsignor Maurizio Malvestiti: «Si rimane giovani solo se non si perde tempo, se si afferra il tempo con la decisione, ancor più se è la decisione della nostra vita, quella che la rende unica».

L’articolo completo e le fotografie della serata sul Cittadino in edicola lunedì 21 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA