Al lavoro con il Ptp per scoprire la tecnologia

Il progetto di alternanza del Cittadino, questa settimana in partnership con la Regione Lombardia

Al lavoro con il Ptp per scoprire la tecnologia

Pensate davvero di conoscere il significato del termine “tecnologia”?

Le classi 4B e 4C dell’ Istituto A.Bassi, attraverso il progetto Che Classe presso il Cittadino, hanno potuto approfondire la conoscenza del settore tecnologico.

Il loro percorso si è sviluppato in quattro giornate; nelle prime due i ragazzi si sono ritrovati con gli educatori in Fad, strumento spesso utilizzato per gli incontri online, nelle altre due hanno potuto mettere in pratica il programma anticipato.

Nel primo giorno è stata presentata alle due classi una panoramica generale del lavoro che avrebbero dovuto svolgere nei giorni seguenti.

Il piano era diviso in diversi step, ognuno dei quali conteneva compiti da svolgere in gruppo o individualmente, con l’ obiettivo di trasmettere competenze in ambito fotografico. Ogni incarico era preceduto da un video spiegazione che forniva le giuste informazioni per realizzarlo.

In questa fase iniziale i ragazzi hanno lavorato individualmente e si sono ritrovati, con qualche difficoltà ma divertendosi molto, a girare nella propria casa o uscire nel proprio paese per ritrarre soggetti da diverse inquadrature.

Nel secondo giorno le classi sono state divise in tre gruppi i quali avevano obiettivi differenti; il primo si occupava del processo produttivo nel settore tecnologico, il secondo aveva il compito di intervistare i professionisti di questo settore e al terzo era affidato l’ incarico di intervistare i giovani su quanto ne sanno sulla tecnologia. Ogni redazione ha approfondito la propria mansione effettuando ricerche su internet e successivamente ad ognuno è stato affidato un ruolo tra regista, frontman, ciacchista, cameraman, fonico e direttore di produzione indispensabile per il progetto da realizzare in presenza ovvero di immedesimarsi in un giornalista.

Nel terzo giorno i gruppi si sono avventurati nelle vie di Lodi ad intervistare i giovani e interpellarli sulla questione della tecnologia; in base alle risposte ottenute si è giunta alla conclusione che quest’ultimi non sono così propriamente competenti come si pensa.

I giovani infatti associano la parola tecnologia a dispositivi tecnologici come smartphone o computer, invece questo termine indica anche lo sviluppo e la ricerca, confermato mediante le interviste avvenute il giorno seguente, ai professionisti del PTP Parco tecnologico padano di Lodi: grazie a loro, gli studenti hanno avuto uno spaccato di cosa significa lavorare nell’ambito della tecnologia e della ricerca scientifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA