«La Bassa Lodigiana ha bisogno di un reparto di oncologia»

Il Comitato civico di difesa degli ospedali va all’attacco

«La Bassa Lodigiana ha bisogno di un reparto di oncologia»
L’ospedale di Casale

Una ricerca del Cnr e delle Università di Bari e di Bologna conferma dati allarmanti: Lodi è tragicamente “prima” nella triste classifica nazionale dei territori in cui la mortalità per tumore è più elevata, ma nel Basso Lodigiano da marzo 2020 è stata eliminata la degenza oncologica che era presente all’interno dell’ospedale di Casalpusterlengo. Avrebbe dovuto riaprire all’ospedale di Codogno, ma così, non è stato. «Il nostro Comitato è tornato più volte a sottolineare che il Basso Lodigiano non può restare senza reparto di oncologia – spiegano dal Comitato civico ospedali Casale Codogno -, il territorio necessita di più strumenti e risorse per far fronte a questa drammatica situazione e occorre che la politica e i decisori in materia di sanità pubblica si assumano le proprie responsabilità».

Leggi l’approfondimento sul «Cittadino» di sabato 1 ottobre 2022

© RIPRODUZIONE RISERVATA