ZELO Riscaldamento a singhiozzo: gli alunni delle elementari al freddo

Problemi da una settimana alla scuola elementare del paese

ZELO Riscaldamento a singhiozzo: gli alunni delle elementari al freddo
Alla scuola elementare di Zelo il riscaldamento funziona male

Da almeno una settimana il sistema di riscaldamento alla scuola primaria di Zelo funziona a singhiozzo. Di fatto in molte aule la temperatura scende spesso al di sotto dei 18 gradi per poi risalire quando le pompe di calore vengono riattivate. Nei giorni scorsi, alle ore 11, con gli impianti accesi, la temperatura più basse sono state registrate in un locale al primo piano con 12 gradi, mentre all’ingresso al piano terra e presso la bidelleria le temperature erano di 16.3 e 14.2 a fronte del termostato regolato a 21 gradi (tutte le aule avevano comunque temperature comprese tra 18 e i 21 gradi). Insomma, un vero e proprio disagio per il corpo docente, il personale scolastico e gli alunni, come segnalato dalla dirigente scolastica Monica Del Duca in un incontro con l’amministrazione comunale per richiedere una risoluzione del problema. Dall’autunno 2020 ad oggi sono state tante le criticità riscontrate. Allora il Comune, sulla base del parere di professionisti, aveva ottenuto il riconoscimento (dall’azienda che aveva costruito la scuola) di alcuni interventi che avrebbero dovuto mettere definitivamente in sicurezza gli impianti.

Le pompe di calore continuano a spegnersi

«Abbiamo chiesto alla società di manutenzione di svolgere il sopralluogo di verifica, perché le pompe di calore continuano a spegnersi. – dichiara l’assessore Sergio Groppaldi -: ne sono stati eseguiti due. Sono stati concordati alcuni interventi che speriamo possano finalmente essere risolutivi. Si tratta della sostituzione della valvola di espansione del circuito frigo, della bonifica del circuito, della sostituzione della cartuccia deidratore, del filtro ceramico e dei compressori con recupero dei gas». Tecnici che però sono ancora in attesa dei materiali per poter procedere al restyling previsto. «Nel frattempo gli inverter sono stati impostati per il funzionamento 24 ore su 24, nel caso di blocchi degli impianti, gli stessi saranno riattivati manualmente in attesa che la manutenzione straordinaria sia eseguita», annuncia Groppaldi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA