L’impegno di una madre  per battere il coronavirus

L’impegno di una madre

per battere il coronavirus

Il libro di Fabiola Maria Bertinotti scritto in quarantena punta a raccogliere fondi per una serie di progetti

Prendete una donna di carattere, che dalla gavetta è arrivata in posizioni chiave nella Disney e chiudetela in casa, per una quarantena volontaria pensata per proteggere il figlio adottivo, affetto da distrofia muscolare. Penserete che si sarà annoiata, stressata, depressa. Invece no. Superati i primi giorni di malattia, Fabiola Maria Bertinotti ha deciso di trasformare la sua disavventura in qualcosa di positivo: un libro per raccogliere fondi e aiutare gli ultimi.

Sono questi gli ingredienti chiave di “Segregata - Una madre contro il coronavirus”, uno scritto che oltre a raccontare una storia, regala un orizzonte di speranza. «Questo libro nasce dal mio cuore di mamma e come sottotitolo ho voluto che avesse la frase “Ciò che il male divide, il Cuore unisce» racconta la manager monzese, che viene da una famiglia italo francese e dopo trent’anni nel colosso americano ha deciso di cambiare direzione e aprire una società di consulenza in cui vuole valorizzare produttività e lavoro in chiave etica. Il volume si snoda lungo due filoni: da un lato la testimonianza puntuale e accorata sull’iter della malattia, definito come un nemico subdolo e pericolosissimo contro cui l’umanità è in guerra e dall’altro una profonda analisi sul mondo che affronta questo attacco, sui fatti di cronaca, sulla scienza e sulla politica italiana e mondiale.

La prefazione è firmata da Vincenzo Mollica, amico e mentore dell’autrice, alla quale ha regalato la poesia “La Speranza”, che è parte del volume. La produzione del libro, presto in uscita anche negli Stati Uniti, in Francia e in Gran Bretagna, è stata possibile grazie all’aiuto della Fondazione Cariplo e alla Fondazione della comunità di Monza e Brianza, che ha contribuito a strutturare il fondo speciale che accoglierà le donazioni. Il sogno di Fabiola è raccogliere 100mila euro entro il 30 ottobre 2020 per comperare una culla mobile per il trasporto di emergenza dei neonati in pericolo di vita all’ospedale San Gerardo di Monza e per finanziare i progetti di autonomia e supporto ai giovani con disabilità neuromuscolare, promossi dall’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare. Il volume si può scaricare dietro un’offerta libera in formato ebook dalla piattaforma di crowdfunding ForFunding di Banca Intesa San Paolo all’indirizzo https:// www.forfunding.intesasanpaolo.com/DonationPlatform-ISP/nav/progetto/aiuta-con- segregata.

Fabiola Maria Bertinotti: Segregata. Una madre contro il coronavirus. Versione ebook, offerta libera

© RIPRODUZIONE RISERVATA