Zona a traffico limitato al via, in centro a San Giuliano si scatena il caos

Zona a traffico limitato al via, in centro a San Giuliano si scatena il caos

Il sindaco Segala: «In pochi avevano seguito le indicazioni del Comune»

L’introduzione della Zona a traffico limitato in tre varchi di San Giuliano lunedì mattina ha scatenato il caos. La maggior parte dei cittadini è stata infatti colta alla sprovvista per la misura - che è entrata in vigore nei tratti di via Verdi, via Risorgimento e all’ingresso di Carpianello - che rimarrà in funzione dalle 7.15 alle 9.15 per sei circa mesi in prossimità delle aree interessate dal maxi cantiere di Cap Holding.

Dai controlli condotti dalla polizia locale, con 7 agenti in campo, è emerso che solo il 20 per cento dei sangiulianesi ha esposto sul cruscotto della propria macchina il pass che il Comune nelle scorse settimane ha inviato a tutte le famiglie. Il sindaco Marco Segala spiega: «Mi sono recato personalmente in prossimità di alcuni varchi dove mi sono reso conto che in pochi hanno dato seguito alle indicazioni rese note dal Comune nella campagna a tappeto che ha previsto una comunicazione spedita ai residenti, nonché l’affissione di manifesti, oltre alla distribuzione di volantini e ai post pubblicati sui social».

Numerosi anche i cittadini che si sono recati in Comune per chiedere informazioni o per avere delle copie dei talloncini che hanno gettato via per sbaglio. Con l’occasione dal municipio viene ricordato che tutti i residenti, e non solo quelli che abitano nelle zone coinvolte dai lavori, devono compilare il pass e devono esibirlo sul parabrezza.

Sono previste delle deroghe, che devono essere richieste in Comune, per fornitori, artigiani, professionisti e persone provenenti dal altri comuni che lavorano a San Giuliano.

«La misura adottata - sottolinea Segala - si è resa necessaria per eliminare il traffico di attraversamento nella fascia oraria in cui potrebbero crearsi degli ingorghi nelle intersezioni di accesso alla via Emilia, dal momento che l’incrocio di via Risorgimento è raggiungibile esclusivamente passando da via Fratelli Cervi. Abbiamo voluto scongiurare il rischio di disagi nell’orario di punta e l’impiego dei pass facilita le verifiche della polizia locale, altrimenti i cittadini al momento dei controlli devono esibire la carta d’identità per dimostrare che abitano a San Giuliano, gli altri non possono passare dalle zone Ztl».

Ieri non sono state elevate multe, ma la polizia locale ha spiegato ai conducenti le regole introdotte e ha impedito l’accesso a coloro che arrivavano da fuori. Gli interventi di Cap elimineranno il problema legato agli allagamenti che si sono verificati in caso di pioggia mediante l’ammodernamento e il potenziamento della rete fognaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA