Zelo, dottoressa sospesa perché “no vax”: in 700 senza medico
Un medico

Zelo, dottoressa sospesa perché “no vax”: in 700 senza medico

Dal 30 luglio i mutuati non hanno più neppure la copertura offerta dal servizio di guardia: «È mancato ogni tipo di comunicazione»

Un agosto senza medico di base per settecento pazienti di Zelo Buon Persico e Merlino. Se dallo scorso mese di dicembre, dopo la sospensione della dottoressa che li aveva in carico (perché ha personalmente scelto di non farsi vaccinare con i preparati contro il Covid), i suoi assistiti avevano potuto rivolgersi alla guardia medica, dal 30 di luglio non è più così. I mutuati dovranno scegliere un altro medico e attivarsi per la procedura di cambio rivolgendosi al proprio Comune di residenza o all’Azienda sanitaria.

A oggi a trovarsi in questa situazione sarebbero circa 700 assistiti, rispetto ai 1.500 che precedentemente erano curati dal medico “no vax”. Più della metà avevano deciso già di scegliere un altro dottore, mentre gli altri avevano continuato a rivolgersi alla guardia medica in attesa del rientro in servizio del loro medico di base. Attualmente non si sa ancora quando ciò potrà avvenire.

Leggi l'approfondimento sul Cittadino in edicola oggi 2 agosto, e in digitale https://edicoladigitale.ilcittadino.it/ilcittadino/pageflip/swipe/lodi/20220802lodi#/16/


© RIPRODUZIONE RISERVATA