Volontario codognese dell’Enpa salva capriolo investito
Giuseppe Monticelli e un agente della polizia provinciale legano il capriolo trovato a lato della 234

Volontario codognese dell’Enpa salva capriolo investito

Giuseppe Monticelli si accorge dell’animale a lato della 234 a San Colombano e lo soccorre

Capriolo investito sulla provinciale 234 si rifugia in un boschetto a lato della strada, un volontario Enpa di Codogno in transito casuale si accorge di tutto e la accudisce per tre ore, poi lascia l’animale nelle mani della polizia provinciale di Pavia. Sembra volgere al lieto fine la storia di una piccola “Bambi”, investita ieri mattina alle 8 all’altezza della Mostiola di San Colombano.

«Io me ne sono accorto per caso, passando in auto. Ho visto il capriolo per strada e un furgone rosso fermo, con due persone scese dal mezzo – racconta Giuseppe Monticelli di Codogno, volontario Enpa di Milano, Ente Nazionale Protezione Animali -. Ho fermato l’auto poco più avanti, sono sceso e sono corso a dare una mano. Ma del furgone e delle persone non c’era più traccia. Invece ho visto il capriolo nel vivaio a lato strada, mi sono avvicinato e ho fatto partire i soccorsi, prima al 112. Sono stati chiamati i pompieri, i carabinieri di San Colombano e infine le Guardie ecologiche volontarie di San Colombano, ma poiché l’animale si era spostato sul lato di Pavia della strada, la competenza era pavese. Dopo decine e decine di telefonate, finalmente ho rintracciato la polizia provinciale».

L’animale, sempre vigile, è rimasto accovacciato per tutto il tempo, senza lamentarsi ma senza nemmeno cercare di alzarsi per andarsene. I soccorsi, rintracciati in modo un po’ avventuroso dopo diverse telefonate, sono arrivati attorno alle 10,30. Sul posto è arrivato un agente di polizia provinciale, che con il volontario ha legato le zampe dell’animale, l’ha bendato e caricato sulla jeep, direzione un veterinario di Codevilla disponibile.

Giuseppe Monticelli di Codogno, volontario Enpa, con il capriolo ferito

Giuseppe Monticelli di Codogno, volontario Enpa, con il capriolo ferito

Giuseppe Monticelli di Codogno, volontario Enpa, con il capriolo ferito


© RIPRODUZIONE RISERVATA