«Vogliamo riportare il ping pong a Sant’Angelo»
I giocatori santangiolini

«Vogliamo riportare il ping pong a Sant’Angelo»

Gli appassionati del tennis da tavolo ora sono costretti a tesserarsi in provincia di Pavia

Non si è mai arrestata in città la passione per il ping pong. E ora, grazie a un nutrito gruppo di santangiolini costretti però ad allenarsi e disputare tornei fuori provincia, la disciplina del tennis da tavolo potrebbe tornare a essere praticata a Sant’Angelo, con l’obiettivo di aprirsi poi ulteriormente in tutto il Lodigiano. Impegno preso da alcuni giocatori nati e cresciuti in città, con la passione per questo sport da decenni e attualmente tesserati per l’Asd Oratorio Albuzzano, società del Pavese che il 10 aprile, nell’ultima delle tre prove del campionato regionale Csi di tennistavolo, ha conquistato la settima posizione in un torneo con più di quaranta società partecipanti.

Nella squadra erano presenti quattro santangiolini, Simone Codega, Daniele Spanalatte, Luigi Busnelli e Alessandro Bianchi. Ma è ancora più nutrito il numero di tesserati di Sant’Angelo tra le fila dell’Albuzzano, con ben quindici rappresentanti della città.

«Vogliamo promuovere il ping pong nuovamente a Sant’Angelo - afferma Alessandro Bianchi, giocatore e segretario dell’Albuzzano -, dove gli appassionati non mancano. Il nostro massimo obiettivo sarebbe proprio quello di partire dalla città per poi creare formazioni in tutta la provincia di Lodi».

Gli interessati possono contattare i numeri 3388613739 o 3808649632.


© RIPRODUZIONE RISERVATA