Vizzolo si prepara a vietare le sigarette nei parchi giochi del Comune
Uno dei parchi che sarebbe interessato dal provvedimento della sindaca

Vizzolo si prepara a vietare le sigarette nei parchi giochi del Comune

L’iniziativa della sindaca Salvatori: «Durante la giornata ecologica abbiamo trovato decine di cicche a terra»

«Durante l’appuntamento con il plogging di domenica, abbiamo trovato decine di cicche di sigaretta, stiamo pensando di vietare il fumo nei parchi giochi del paese». Ieri mattina la sindaca di Vizzolo Luisa Salvatori è intervenuta così dopo quanto avvenuto nel corso del fine settimana quando, impegnati nella pulizia delle diverse zone del paese, i volontari hanno dovuto fare i conti con le tante cicche di sigaretta abbandonate ai bordi delle strade, nelle aree verdi e in tanti altri punti. «Ne abbiamo trovate davvero un’infinità, in buona parte dei casi proprio vicino ai cestini, dove avrebbero potuto essere tranquillamente gettate - ha affermato amareggiata la sindaca Salvatori -. Davanti a una situazione di questo tipo, dobbiamo fare assolutamente qualcosa per porre rimedio a un malcostume purtroppo dilagante nella realtà locale. È nata così l’ipotesi di vietare il fumo nei parchi giochi del paese, soprattutto nelle zone dove ci sono le attrazioni destinate ai nostri bambini».

Già in passato a Vizzolo è scattata un’ordinanza analoga in prossimità delle scuole, ma quella prospettata in questi giorni dalla sindaca Salvatori sarebbe una novità assoluta che non ha precedenti in paese. «Ovviamente dobbiamo valutarne l’effettiva fattibilità con i competenti uffici comunali, sarebbero comunque molteplici gli obiettivi del provvedimento - sono ancora le sue parole -: penso in primis sul fronte ambientale e della lotta all’inquinamento, i bambini non sarebbero costretti a respirare il dannoso fumo delle sigarette, ma anche dal punto di vista educativo sarebbe un’ordinanza di grande rilevanza».

Resta però da capire se sia tecnicamente applicabile, come conferma la sindaca Salvatori. «In questi giorni ci stanno lavorando gli uffici comunali - ribadisce in conclusione -: qualora arrivi effettivamente il via libera, l’ordinanza scatterebbe già nel corso della primavera, nel periodo cioè in cui è maggiore il via vai di bambini nei parchi del paese in compagnia di nonni e genitori». Già qualche anno fa un provvedimento analogo è stato peraltro istituito nel vicino Comune di Melegnano, dove è vietato fumare nelle zone dei parchi dove sono presenti le aree gioco dei bimbi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA