VIDARDO Otto tigli a rischio crollo,  mercoledì mattina il taglio
Il taglio degli alberi mercoledì mattina in viale Roma a Vidardo (Mungiello)

VIDARDO Otto tigli a rischio crollo,

mercoledì mattina il taglio

Le piante lungo viale Roma sono state rimosse per ragioni di sicurezza

Rossella Mungiello

Tornano transenne e nastro bianco e rosso di cantiere in viale Roma a Castiraga Vidardo. Questa volta per un solo giorno, per permettere alle motoseghe di entrare in azione. Tagliati ieri gli otto tigli a rischio del viale alberato che da oltre settant’anni fa parte del dna di Castiraga Vidardo: veri e propri giganti verdi dal tronco in parte ormai cavo, come è stato riscontrato durante le operazioni di taglio di ieri, nonostante l’aspetto rigoglioso. La doccia fredda era arrivata a inizio giugno, quando uno dei tigli, all’altezza del civico 42, si era schiantato al suolo all’improvviso e aveva portato il Comune a chiudere immediatamente ai transiti tutto il viale. Erano state poi le prime analisi strumentali - con dei martelli sonici in grado di rilevare le cavità dalla vibrazione emessa dal tronco degli esemplari - a far emergere lo stato di alcuni degli alberi a dimora sul viale; esemplari per cui veniva consigliato l’abbattimento per ragioni di sicurezza, tutti nel tratto centrale di viale Roma, nei pressi dello schianto di giugno. Per eseguire le operazioni è stato affidato un incarico da poco meno di 8mila euro, per il taglio, la rimozione e lo smaltimento del legame, alla ditta Legnami Murelli di Borgo San Giovanni. Viale Roma è stato riaperto nel primo pomeriggio di ieri, al termine dell’intervento. Ora all’appello mancano le tomografie su altri 16 esemplari che necessitano di ulteriori indagini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA