Vanno a spasso mentre sono ai domiciliari, in manette due giovani a San Rocco
Un posto di controllo dei carabinieri a Guardamiglio

Vanno a spasso mentre sono ai domiciliari, in manette due giovani a San Rocco

Sono stati fermati dai carabinieri di Guardamiglio durante un controllo antispaccio lungo l’argine

A spasso nonostante il provvedimento di arresti domiciliari emesso nei loro confronti. È terminato quindi con il ritiro dell’obbligo di permanenza nella loro abitazione e la traduzione in carcere a seguito dell’arresto il pomeriggio di due 28enni.

I fatti risalgono al pomeriggio di giovedì, quando la coppia, un uomo e una donna, intorno alle 15 sono stati notati dai carabinieri della stazione di Guardamiglio, impegnati in un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, lungo l’argine tra la via Emilia e via Buttirone a San Rocco. Vistisi scoperti, i giovani hanno quindi cercato di cambiare direzione e fuggire ben sapendo che un controllo nei loro confronti avrebbe portato ad un inasprimento della pena. E così è stato. Ad aggravare la loro posizione poi il fatto che non era la prima volta che violavano gli arresti domiciliari, essendo stata trovata addosso all’uomo una contravvenzione per il mancato pagamento di un biglietto del bus a Piacenza il 22 marzo, quando il provvedimento era già in vigore. Per lui si sono quindi aperte le porte del carcere di Lodi, mentre la donna è stata condotta a San Vittore a Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA