VACCINI A SANT’ANGELO Cupolone, un errore tira l’altro e le agende di prenotazione sono ancora “chiuse”
L’interno dell’hub del Cupolone durante la precedente apertura (archivio)

VACCINI A SANT’ANGELO Cupolone, un errore tira l’altro e le agende di prenotazione sono ancora “chiuse”

Intoppi a ripetizione sulla piattaforma di Poste, ma la riapertura del 15 resta confermata

Cristina Vercellone

Vaccinazioni al Cupolone, le agende, dopo l’intoppo sulla piattaforma di Poste di due giorni fa, non sono ancora state riaperte. Le contestazioni da parte degli utenti, numerose a dire il vero, non sono mancate. «Fino ad ora - ha scritto in una lettera al “Cittadino” un abitante di Sant’Angelo - non è ancora possibile prenotare il vaccino presso il Cupolone e sul sito dell’Asst, il Cupolone risulta ancora chiuso». Numerose, nelle scorse ore, sono state anche le lamentele sui social.

La cooperativa Iml, che ha dalla sua l’apprezzata gestione di numerosi hub vaccinali, in accordo con i medici di famiglia di Sant’Angelo, si è resa disponibile ad aprire un polo vaccinale anche al Cupolone, sfruttando la convenzione già in essere tra Comune di Sant’Angelo e Asst di Lodi. Lunedì era prevista l’apertura delle prenotazioni sul portale di Poste. E così è stato, in 2 ore, ben 500 persone si sono prenotate per la vaccinazione.

Nel messaggino di conferma ai prenotati la location indicata per la vaccinazione, da Poste, però, non era il Cupolone, come i cittadini si aspettavano, ma l’ospedale. L’Ats se n’è accorta, ha allertato la cooperativa che ha chiesto a Poste di sistemare il pasticcio. Secondo una prima ricostruzione, sul portale era rimasta la vecchia località dell’ospedale di Sant’Angelo, dove erano state effettuate le vaccinazioni nei mesi scorsi; a questa opzione hanno aggiunto il Cupolone, non a Sant’Angelo Lodigiano, ma Lodigliano. È bastato, insomma, un errore di battitura, per annullare tutto. Ora la cooperativa si aspetta che, comunque, nelle prossime ore, verranno riaperte le prenotazioni e avvisati i prenotati con un ulteriore messaggio telefonico, con le informazioni corrette. Le inoculazioni vere e proprie dovrebbero partire sabato 15 gennaio, con le prime due linee vaccinali. L’attesa tra i santangiolini è alta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA