Un’auto per Ibra donata da titolare e colleghi, la sua era bruciata nel rogo di San Donato
Ibrahim Kamissoko “Ibra” con il titolare del maglificio Luigi Bianco davanti alla vettura

Un’auto per Ibra donata da titolare e colleghi, la sua era bruciata nel rogo di San Donato

Al Maglificio Ripa di Spino gara di solidarietà per aiutare concretamente lo sfortunato magazziniere

Emiliano Cuti

L’auto di Ibrahim Kamissoko è stata distrutta durante l’incidente aereo, che si è verificato domenica 3 ottobre a San Donato. Lo sfortunato magazziniere di Spino, da tutti conosciuto semplicemente come Ibra, aveva parcheggiato la sua Opel Corsa nel posto sbagliato, al momento sbagliato, perdendo tutto nel rogo scoppiato a San Donato.

Dopo questa brutta sorpresa, ne ha però scoperta un’altra bellissima a Spino: il Maglificio Ripa, la ditta spinese per cui lavora, gli ha comprato una nuova auto e gliel’ha consegnata nei giorni scorsi alla presenza di tutti i dipendenti. I colleghi e il titolare dell’azienda Luca Bianco hanno deciso di rispondere con la solidarietà a questo contrattempo che ha colpito il loro amico, mettendolo in gravi difficoltà, non potendo più permettersi un’altra auto. E, insieme, gli hanno regalato una Renault Clio usata: la famiglia Bianco ha acquistato la vettura, mentre un gruppetto di dipendenti ha provveduto al pagamento dell’assicurazione e del bollo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA