Una pioggia di milioni dal Pnrr per sistemare gli immobili Aler del Lodigiano

Una pioggia di milioni dal Pnrr
per sistemare gli immobili Aler del Lodigiano

In arrivo un maxistanziamento da 19 milioni di euro per Lodi, Maleo, Castelnuovo e Casale

La cifra complessiva, per il Lodigiano, è pari a 18,7 milioni di euro. Molto più di quanto è destinato , ad esempio, ad province affini come Cremona (2 milioni) o Monza Brianza (4,4). Pioggia di risorse dal Pnrr per le case popolari del Lodigiano, tra progetti presentati da Aler Pavia Lodi e altri invece messi sul piatto dai Comuni.

Nella città capoluogo sono due gli interventi per ridisegnare altrettanti complessi residenziali che oggi scontano problemi perché vetusti e che, in futuro, saranno in grado di offrire una migliore qualità di vita ai residenti, entrambi proposti da Aler Pavia Lodi, con importi da capogiro. Solo al maxi complesso Aler che si affaccia su via San Fereolo - tre edifici ai civici 11, 13 e 15 - sono destinate risorse per oltre 11,3 milioni di euro attraverso il fondo complementare al Pnrr, programma “Sicuro, verde e sociale” per la riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica. Un complesso da 120 alloggi in tutto, 78 box al piano interrato e due magazzini, con lo stato interno degli appartamenti giudicato mediocre - alcuni in manutenzione ordinaria ai fini della riassegnazione - e con problemi diversi, a partire dagli evidenti segni di umidità, condense e muffe, con conseguenze dal punto di vista igienico e per la salute. Diversi anche i segni di degrado delle strutture a vista, con distaccamento di intonaco e ferri dell’armatura. In agenda qui c’è un intervento complessivo su tutti gli edifici, con operazioni per l’efficientamento energetico dell’involucro, il miglioramento sismico (con consolidamento strutturale), la riqualificazione degli spazi pubblici - compreso il miglioramento e la valorizzazione delle aree verdi dell’ambito urbano di pertinenza del complesso e della viabilità di accesso, ma anche la creazione di una nuova piazzola ecologica - oltre al rifacimento delle copertura dei fabbricati. Il secondo maxi progetto a Lodi città, sempre presentato da Aler, è quello per la riqualificazione della “torre” - da nove piani, per 36 appartamenti complessivi - al civico 4 di via Guido Rossa, che presenta di fatto gli stessi problemi già registrati in via San Fereolo. Finanziato per un totale di 3,8 milioni di euro. A ottenere fondi nel Lodigiano altri 5 progetti nella Bassa, presentati uno presentato dal Comune di Maleo (destinato a ristrutturazione con demolizione di quattro unità abitative in viale Italia, per 580 mila euro), tre dal Comune di Casale, per interventi di riqualificazione in via Damiano Chiesa, via Cadorna e via Vanoni, per oltre 2,8 milioni di euro, e ancora da Castelnuovo Bocca d’Adda (per 646 mila euro, per gli alloggi di piazza Garibaldi).


© RIPRODUZIONE RISERVATA