Una coppia di giovani lupi avvistata nei campi di Bertonico

Una coppia di giovani lupi avvistata nei campi di Bertonico

Gli animali sono passati accanto a un agricoltore che li ha fotografati prima che entrassero nella boscaglia

Nuovo avvistamento di lupi nelle campagne della Bassa. E di nuovo a Bertonico, dove la coppia, un giovane maschio e una giovane femmina, sembrerebbe da qualche tempo aver preso casa. Un agricoltore del posto giorni fa stava irrigando il terreno quando ha visto sbucare gli animali in lontananza e percorrere il confine tra il suo campo arato e quello di mais.

Uno dei lupi si è voltato per un attimo a guardarlo, poi sono spariti entrambi nella boscaglia. L’uomo ha fatto appena in tempo a estrarre di tasca il cellulare e a immortalare la scena, che conferma ancora una volta quanto i cacciatori sanno bene: ovvero che nella zona tra Castiglione e Bertonico, in parte riserva protetta, si aggira ormai da mesi una giovane coppia di lupi. La presenza del predatore nel Basso Lodigiano del resto è assodata. La prima volta è stata accertata nel 2017 e da allora le segnalazioni ritenute attendibili, perché documentate da fotografie o filmati e confermate da esperti, erano fino a prima di quest’ultimo avvistamento 29. E salgono quindi a 30. Maschio e femmina erano stati visti non molto tempo fa a Castiglione. Ed è recente la notizia di un vitellino sbranato in una cascina a Bertonico, quasi certamente dai lupi. A curare il censimento è Luca Canova, zoologo e direttore scientifico della riserva naturale Monticchie a Somaglia, che proprio ieri con un post sulla sua pagina Facebook ha chiamato a raccolta la cittadinanza per mappare il fenomeno a partire “dal basso”. Attraverso le segnalazioni di tutti. «Chi vuole collaborare a un’indagine sulla presenza, la distribuzione e l’andamento temporale della presenza del lupo nel Lodigiano può postare di seguito segnalazioni dirette, foto, video, immagini di feci (fatte), animali predati, e solo se davvero di grandi dimensioni, impronte. Ovviamente sono ben accette anche foto e video di anni fa, link, ritagli di giornale ecc ecc - scrive su Fb -. È una ricerca che si basa sulla collaborazione dei cittadini (Citizen Science) e sulla fiducia». E «chi intende rimanere anonimo, o desidera altre spiegazioni, invii il suo contributo via Messenger».


© RIPRODUZIONE RISERVATA