LODI - Una “barriera verde” a San Grato: piantati 130 alberi ai pozzi di Sal

LODI - Una “barriera verde” a San Grato:

piantati 130 alberi ai pozzi di Sal

Completata la messa a dimora nel capoluogo e a Crespiatica

Noccioli, biancospini, pioppi, ciliegi selvatici. E ancora: aceri campestri, querce farnia, spincervino. Sono queste le essenze, tutte autoctone, che sono state messe a dimora nei campi dei pozzi di San Grato a Lodi e a Crespiatica, entrambi gestiti da Sal, la società pubblica dell’acqua lodigiana. Complessivamente si tratta di 130 piante e arbusti donati dal Parco Adda Sud nell’ambito del “progetto filari” i cui costi delle piantumazioni sono stati coperti dal Rotary Club Adda Lodigiano grazie all’iniziativa “Una pianta per ogni socio”.

Il primo intervento risale al 2018 quando nel campo pozzi di San Grato sono state collocate le prime 50 piante, che nel frattempo sono cresciute e in futuro avranno anche la funzione di mitigare l’impatto acustico della tangenziale adiacente per i residenti nell’abitato. Altre 30 essenze sono state piantate nel 2019 sempre a San Grato. Nel febbraio di quest’anno è stata invece completata l’operazione, con la messa a dimora di altre 50 nuove essenze ai piedi della torre dell’acquedotto di Crespiatica, dove in questi giorni è stato possibile collocare anche l’impianto di irrigazione.

Si tratta di un’ampia “barriera verde” che nasce con l’obiettivo di migliorare l’ambiente e il paesaggio in generale e nello specifico di armonizzare le aree di salvaguardia delle fonti di approvvigionamento idrico gestite da Sal nei due contesti urbani di Crespiatica e Lodi.

La società guidata dal presidente Giuseppe Negri - che alimenta ormai gli impianti di potabilizzazione, le reti e i depuratori solo con energia da fonti rinnovabili - è sempre più orientata a sostenere politiche di sviluppo “green”. Basti citare come esempio il progetto “Acqua eco sport” che promuove l’uso dell’acqua di rete, evitando così il consumo di bottigliette in plastica (diverse le realtà che hanno già aderito tra cui Sporting Lodi, Tomolpack Marudo, Amatori, Grignani boxe, Montanaso calcio e Fulgor Lodivecchio) . Ai nastri di partenza anche il programma “Easy water”, che prevede la realizzazione da Sal in collaborazione con il provveditorato di erogatori di acqua di rete nei 18 plessi delle scuole superiori del territorio, con la distribuzione delle borracce ad ogni studente, con l’obiettivo di ridurre drasticamente il consumo di plastica usa e getta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA