Un patto nel Sudmilano contro gli odori molesti, coinvolti anche i cittadini
Il municipio di Paullo dove si terrà il prossimo incontro a settembre

Un patto nel Sudmilano contro gli odori molesti, coinvolti anche i cittadini

Siglato fra Paullo, Settala, Zelo Buon Persico, Mediglia e Tribiano

Siglato fra Paullo, Settala, Zelo Buon Persico, Mediglia e Tribiano il tavolo intercomunale per la segnalazione e l’intervento contro le molestie olfattive, cioè gli odori che possono sprigionarsi da attività industriali e agricole, ambedue diffuse in zona. I cittadini potranno contribuire utilizzando l’app 1Safe, la stessa che il Comune di Paullo ha introdotto per il controllo di vicinato. È ancora fresco il ricordo (e l’odore) di quanto è successo più o meno un mese fa con le esalazioni della Cambrex Profarmaco alle porte del Comune; ma non è solo per questo, l’ultimo episodio in ordine di tempo, che i Comuni hanno deciso di rendere più stabile il controllo sulle emissioni olfattive.

L’assessore Meazza

L’assessore Meazza

L’assessore Meazza

«La costituzione di questo tavolo è motivata dal fatto che il problema delle molestie olfattive deve essere trattato a livello intercomunale - ha detto ieri Alessandro Meazza, responsabile delle politiche ambientali nella giunta Lorenzini bis - L’unione di intenti fra le cinque municipalità consentirà risultati più accurati».

L’assessore Meazza e il sindaco Federico Lorenzini precisano che «l’accertamento della esatta dinamica dei fenomeni resta in carico ad Arpa e Città metropolitana». Il tavolo si riaggiornerà a settembre con sede principale Paullo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA