Tutti i giorni da Piacenza a Codogno:  la storia dell’infermiera amante della bici
La coordinatrice infermieristica dell’ospedale di Codogno De Maggio

Tutti i giorni da Piacenza a Codogno:

la storia dell’infermiera amante della bici

Ada De Maggio anche durante il lockdown non ha smesso di fare sport e di raggiungere l’ospedale su due ruote

Tutti i giorni da Piacenza a Codogno, dove ricopre il ruolo di coordinatore infermieristico presso il nosocomio cittadino. Non si è mai persa d’animo Ada De Maggio durante le due settimane di zona rossa per la Bassa, prima, e di lockdown nazionale, poi. In sella alla propria bici infatti ha sempre superato il confine fra Emilia e Lombardia arrivando a Codogno pedalando. «Lo faccio sempre, poi durante il periodo di chiusura totale era l’unico modo per fare sport – ricorda -. Faccio parte anche del Gruppo Podistico Codogno 82, non si poteva fare attività, quindi la bici era davvero l’unico modo per tenermi attiva». A Piacenza De Maggio vive dopo alcuni anni proprio a Codogno. Durante i primi giorni alcune notti le ha passate in ospedale. «Avevamo ricavato una stanza – spiega -. Poi sono tornata a casa e tutti i giorni facevo avanti e indietro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA