Trova un serpente nascosto nell’auto, panico per una donna di Codogno

Trova un serpente nascosto nell’auto, panico per una donna di Codogno

Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per allontanarlo

Una signora scopre di avere un serpente nel cofano della sua auto e sul posto accorrono i vigili del fuoco, i carabinieri, il sindaco di Codogno Francesco Passerini, l’assessore Severino Giovannini e il veterinario. Attimi di paura due notti fa in via Garibaldi a Codogno dov’era parcheggiata l’auto e al rinvenimento del rettile nel cofano è stata mobilitata una vera e propria task force. A destare preoccupazione era la lunghezza di un metro e mezzo del rettile e il timore che fosse velenos e pronto a mordere. Allertato il 115 sono accorsi sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Casalpusterlengo, che recuperato il serpente lo hanno deposto in un secchio sigillato in attesa di sapere dove portarlo. Non una questione semplice, laddove è sorto il sospetto che si trattasse addirittura di un crotalo, verificando solo in seguito che il rettile era invece una biscia nostrana. Nel dubbio dell’impasse è stato informato il sindaco Passerini che si è recato sul posto e ha deciso per il trasporto del secchio contenente l’animale presso il deposito comunale, dove ha provveduto a portarlo l’assessore Giovannini. Del caso si sono occupati anche i carabinieri della compagnia di Codogno, quindi ieri mattina l’animale è stato preso in carico dalla Forestale. Resta un mistero come abbia fatto a intrufolarsi nel cofano dell’autovettura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA