Treni cancellati per il Covid, l’esasperazione dei pendolari
Pendolari a San Zenone (Archivio)

Treni cancellati per il Covid, l’esasperazione dei pendolari

Il comitato del Sudmilano e del Lodigiano alla carica dopo l’annunciato stop alle corse della linea S1

Il comitato pendolari del Sudmilano e del Lodigiano così alla carica dopo l’annunciato stop alle corse della linea S1 Milano-Lodi a causa dell’emergenza legata al coronavirus, che nelle ultime settimane ha colpito anche il personale di Trenord. «L’emergenza deriva dalle mancate assunzioni del passato, che hanno notevolmente amplificato le criticità dell’ultimo periodo, quando non c’è alcun tipo di ricambio al personale assente - incalza il leader del comitato pendolari Massimo Baldi -. Mentre sarebbe necessario aumentarne il numero per far fronte all’incubo Covid, i treni vengono invece tagliati, è questo il risultato di una politica che giudichiamo profondamente sbagliata: eppure noi paghiamo regolarmente biglietti e abbonamenti».


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 11 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA