Tre fratelli in fuga dall’Ucraina accolti a San Rocco
Profughi alla stazione Centrale di Milano

Tre fratelli in fuga dall’Ucraina accolti a San Rocco

Ad attenderli la mamma che lavora come badante nella Bassa

Hanno buttato le loro cose in valigia e sono saliti sul bus che da Ternopil li ha portati ad alcuni chilometri dalla frontiera con la Polonia. La sorella Olga e il fidanzato Andrey, 18 e 20 anni, erano dall’altra parte ad aspettarli. Così i fratellini Yuri che di anni ne ha 12 anni, e Antonio, 15, hanno percorso la strada che li separava a piedi e li hanno raggiunti. Poi ci sono volute altre 25 ore di pullman per giungere all’autostazione di Lampugnano, dove c’era ad attenderli il sanrocchino Luca Rancati. «Erano un po’ stravolti» riferisce Giorgia, sorella gemella di Luca e titolare del bar che porta il suo nome in via Roma a San Rocco al Porto. Il Caffè Giorgia 122. La mamma di Yuri, Antonio e Olga si chiama Liubov e fa la badante alla 75enne Maura, madre dei due gemelli.

Approfondisci l'argomento sulla copia digitale de Il Cittadino

© RIPRODUZIONE RISERVATA