Tre alternative per l’ampliamento della provinciale Binasca
Traffico sulla Binasca

Tre alternative per l’ampliamento della provinciale Binasca

Uno studio di fattibilità inviato da Città Metropolitana ai comuni interessati al progetto

Il documento è arrivato, nero su bianco, e forse potrebbe aprire per la Sp 40 Melegnano-Binasco la stessa storia che nelle due decadi scorse si è vista per la Tem, la tangenziale esterna A58. La Regione ha inviato ufficialmente a Città metropolitana e ai comuni interessati dal progetto uno “studio di fattibilità” del potenziamento della Binasca che - come da indiscrezioni - prefigura tre possibili scenari. Nel primo, definito “conservativo”, si tenderebbe ad ampliare la sp40 come già esiste, con più corsie e varianti dove servono; il secondo, chiamato “ibrido”, prefigura una sorta di strada gemella che permetterebbe di declassare l’attuale provinciale a connessione locale nella zona di Melegnano, Carpiano, Siziano e Binasco. Infine l’ipotesi “autostradale”: ad ovest di Melegnano, partendo proprio dalla Tem, sorgerebbe una seconda circonvallazione esterna milanese, il raddoppio della vecchia tangenziale ovest. I tempi per quest’ultima ipotesi addirittura si spingono al 2040.


© RIPRODUZIONE RISERVATA