Tratta di schiave nel Lodigiano

Tratta di schiave nel Lodigiano

Aiutava donne straniere ad aggirare le leggi sull’immigrazione, per poi obbligarle a prostituirsi. Per ottenere la libertà, le ragazze dovevano sborsare 50mila euro. È finita in manette a Lodi una 36enne nigeriana, che abitava in città. Su di lei pendeva un mandato di cattura internazionale. La donna straniera è stata scovata nei giorni scorsi dai poliziotti di Lodi, che l’hanno subito arrestata. E ora è stata portata nel carcere di San Vittore a Milano, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La 36enne è accusata di favoreggiamento dell’immigrazione e sfruttamento della prostituzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA