Traffico di rifiuti, un arresto a Mediglia

Traffico di rifiuti, un arresto a Mediglia

In manette un 42enne accusato di gestire quattro discariche abusive tra Lombardia e Piemonte

Un 42enne di Mediglia (G. C., le sue iniziali) gestiva quattro discariche abusive tra il Piemonte e la Lombardia. Qui finivano illecitamente rifiuti, che dovevano essere recuperati o lavorati, in un sistema perfetto per eludere i controlli scoperto e smantellato dal Noe (nucleo operativo ecologico) dei carabinieri di Milano.

Sedici sono le persone arrestate, tra cui proprio il medigliese che è stato ammanettato e condotto in carcere mercoledì scorso dal Noe con l’ausilio dei colleghi della tenenza di San Giuliano. Il blitz a Triginto è scattato alle 6 di mattina, esteso poi ai tutti gli indagati (complessivamente 6 in carcere, 3 agli arresti domiciliari e 7 con obbligo di firma). L’ordinanza di misura cautelare è stata emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torino Giacomo Marson su richiesta della locale Procura della Repubblica Enrico Arnaldi di Balme per traffico illecito di rifiuti in concorso e realizzazione di discariche abusive ubicate in Piemonte, Lombardia e Veneto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA