TAVAZZANO Una nuova protesta notturna all’hub logistico della Zampieri
I manifestanti che si sono ritrovati davanti ai cancelli della logistica.

TAVAZZANO Una nuova protesta notturna all’hub logistico della Zampieri

Una dozzina i partecipanti, controllati dalle forze dell’ordine

Dopo un mese di tranquillità, via Orecchia a Tavazzano, e in particolare l’area antistante al cancello dell’hub logistico Zampieri, sono tornati ad animarsi a seguito del nuovo sit in organizzato da alcuni rappresentanti Si Cobas. Dopo le tappe alla sede centrale di San Giuliano e a Peschiera, una dozzina di manifestanti intorno all’una di venerdì sono arrivati a Tavazzano, trattenendosi fino alle 6.15 del mattino. Nessun particolare disturbo ai cittadini, fatta esclusione per i primi minuti dopo l’arrivo dei manifestanti, quasi tutti ex lavoratori FedEx-Tnt di Piacenza, quando sono stati intonati gli ormai classici cori contro la Zampieri e l’hub logistico. Poi un tentativo d’accensione di musica, prontamente impedito da carabinieri, polizia di Stato e locale presenti sul posto.

In via Orecchia infatti anche nel corso dell’ultima settimana era presente il presidio fisso istituito nel recente passato, pronto a intervenire in caso di arrivo improvviso dei manifestanti. E così è stato nella notte tra giovedì e venerdì. Fino alle 6.15 la situazione è comunque rimasta tranquilla, come testimoniato anche dai video effettuati proprio dai manifestanti in cui regnava il silenzio. E anche il buio nell’hub logistico, con la circolazione dei tir interrotta, mentre alcuni manifestanti hanno deciso di riposarsi. Di quanto accaduto è stato informato il sindaco Francesco Morosini. «Come sempre i miei ringraziamenti vanno a chi ha garantito il servizio di controllo - dice il sindaco -. Ai mezzi costantemente presenti se ne sono subito aggiunti altri a supporto. Vista l’ora fortunatamente non abbiamo avuto particolari segnalazioni dei residenti. Ma tutto ciò dimostra come proprio il servizio di vigilanza sia necessario. E in tutto ciò il mio grazie particolare, che rafforza quanto già detto, va all’Unione Nord Lodigiano e agli agenti Cigolini, Dalessandro e al comandante Spelta che hanno effettuato il doppio turno dalle 20 alle 6 del mattino».

Intanto Morosini attende la prossima settimana, «quando ci dovranno essere novità vista la scadenza del contratto d’affitto il 5 agosto» conclude il primo cittadino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA