TAVAZZANO Torna scorrevole la circolazione, ma lunedì partono i nuovi lavori
Le code che si sono venute a creare per i lavori a Tavazzano nei giorni scorsi

TAVAZZANO Torna scorrevole la circolazione, ma lunedì partono i nuovi lavori

Si procederà al solo restringimento della carreggiata, con velocità ridotta

Circolazione tornata scorrevole sulla via Emilia tra Tavazzano e Montanaso. Ma da lunedì si riparte con i lavori, anche se i disagi per i viaggiatori dovrebbero essere maggiormente contenuti visto il solo restringimento delle carreggiate. Non si assisterà più a lunghe code sulla statale per assicurare lo svolgimento dei lavori da parte di Anas. A confermarlo era stata la stessa società dopo un tavolo di confronto avuto sul finire della scorsa settimana con il comandante dell’Unione Nord Lodigiano Pierantonio Spelta. Incontro voluto proprio da quest’ultimo con tecnici e dirigenti di Anas e seguito dei gravi disagi venutisi a creare per il cantiere all’altezza del ponte sulla Muzza lungo la via Emilia. I lavori, concentrati sulla corsia in direzione sud, hanno portato alla chiusura del tratto interessato, con le auto dirette a Lodi e al Centro Lodigiano deviate sulla corsia opposta grazie all’installazione di semafori. Nessun segnale preventivo però era stato posizionato agli svincoli precedenti, con il risultato di code arrivate anche a più di due chilometri negli orari di punta. Dopo il confronto quindi l’installazione di apposita cartellonistica lungo la tangenziale e alla rotatoria d’ingresso a Tavazzano per i restanti dieci giorni di opere su marciapiede, asfalto e barriera di protezione. Nei giorni scorsi il ritorno alla normale circolazione. Ma durerà poco come detto. Già lunedì infatti partiranno le opere di cantiere a poche centinaia di metri. Questa volta sarà interessata l’altra corsia di marcia, con lavori sicuramente più lunghi visto che la previsione è di almeno 40 giorni tra messa in sicurezza, rinforzo delle scarpate e marciapiedi. Come previsto dal tavolo tecnico della scorsa settimana però nessun semaforo o grave rallentamento per autotrasportatori e automobilisti. L’idea messa in campo, grazie anche alle valutazioni e alle misurazioni effettuate sulla larghezza delle carreggiate porteranno ad una riduzione delle stesse, con un limite fissato a 30 all’ora.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA