Sul «Cittadino» la Fiera di Codogno è virtuale: venerdì in regalo un inserto  di 40 pagine
Rachele Cipolla e la figlia Alice, tra le protagoniste dello speciale

Sul «Cittadino» la Fiera di Codogno è virtuale: venerdì in regalo un inserto di 40 pagine

Un nuovo prodotto editoriale, con le storie degli storici protagonisti dell’evento

Quest’anno niente Fiera a Codogno, quindi niente catalogo ufficiale, quello che il Cittadino prepara e distribuisce tra i padiglioni dell’expo e nell’edizione del giornale in edicola nel giorno dell’inaugurazione.

Un vero peccato che il “maledetto” virus abbia interrotto una tradizione pluricentenaria, un evento che quest’anno avrebbe festeggiato l’edizione numero 230. E allora - ci siamo detti in redazione - perché non pensare a tenerla viva comunque questa tradizione, con gli strumenti della comunicazione, quelli che maneggiamo nel quotidiano e che in questi mesi di pandemia speriamo abbiamo contribuito, oltre che ad informare, a tenere unita la comunità.

Così abbiamo pensato che la Fiera 2020 avremmo cercato di farla noi, in forma virtuale certo, con un pizzico di tecnologia digitale. É nata così l’idea di un supplemento speciale che sarà in edicola venerdì 20 novembre. A suo modo una ”edizione speciale” del catalogo per una Fiera “che non c’è”, magari da collezionare a ricordo di un passaggio - sia pur tristemente - storico per il territorio come quello che stiamo vivendo.

I giornalisti del Cittadino si sono messi a caccia di storie, inseguendo alcune delle presenze storiche dell’expo codognese, ascoltando i rappresentanti delle categorie agrarie, gli allevatori, gli artigiani, le imprese. Storie a loro modo esemplari di un mondo coraggiosamente impegnato a resistere ai marosi di una congiuntura difficile, ma che guarda al futuro non senza margini di speranza.

E poi il progetto della Fiera del futuro, con un maxi investimento alle porte che trasformerà l’area espositiva in un centro permanente di formazione, motore di quella filiera lodigiana dell’agroalimentare che da tempo è un obbiettivo auspicato da tutti gli operatori del settore. E ancora racconti curiosi e divertenti come quelli offerti dallo storico giornalista codognese Pino Pagani o dal comico, codognese pure lui, Maurizio Milani.

Saranno 40 pagine ricche di contenuti, godibili anche da chi di Codogno non è o non è direttamente coinvolto nella realtà del mondo agricolo. Ma non solo.

Nei giorni successivi sarà offerta sul sito web del Cittadino una speciale edizione digitale dell’inserto con i link alle video interviste di molti dei protagonisti del prodotto cartaceo. Testimonianze dirette, che più dirette non si può. Per una Fiera che non si arrende al virus.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 20 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA