Strade, criminalità e ordine pubblico: nel Sudmilano controlli extra della polizia locale
La polizia locale farà partire dei controlli straordinari di notte sulle strade di 9 Comuni del Sudmilano

Strade, criminalità e ordine pubblico: nel Sudmilano controlli extra della polizia locale

San Giuliano sarà capofila, operazioni anche a San Donato, Mediglia, Carpiano e Peschiera

Maxi interventi notturni sulle strade del Sudmilano che da settembre a novembre verranno passate al setaccio nel corso di controlli straordinari che vedranno in prima linea la polizia locale di ben 9 Comuni tra cui San Giuliano che sarà capofila. In particolare, il coordinamento che è stato messo in pista presso il comando sangiulianese di via Giolitti prevede l’adesione di altri 8 enti locali del circondario: Mediglia, Locate, Pantigliate, Carpiano, Settala, Opera, San Donato e Peschiera.

Il progetto ha già ottenuto un finanziamento di 13 mila euro da Regione Lombardia grazie al quale a breve i comandanti uniti in un’unica strategia dedicata alla sicurezza - che coinvolge una vasta area urbana di 147mila abitanti -, si incontreranno per definire le modalità organizzative e il numero delle operazioni. Ciascuna di queste vedrà in circolazione 20 pattuglie, per un totale di 40 agenti, che interagiranno tra loro nel corso dei posti di blocco che si protrarranno anche fino alle 2 del mattino Il traguardo è quello di condurre delle attente verifiche sui conducenti riguardanti l’abuso di stupefacenti, l’eccesso di alcol e la velocità. È già stato stabilito che il comando di San Giuliano metterà a disposizione la propria centrale operativa, nonché la camera di sicurezza e il dispositivo per il fotosegnalamento di cui è dotato che si aggiunge ad una serie di altre moderne attrezzature tecnologiche.

In questa parte di hinterland rispetto agli anni scorsi è raddoppiata, in termini di adesioni e di dimensione territoriale, la portata del piano che funge anche da esercitazione riguardo la capacità delle forze dell’ordine impegnate nei diversi Comuni di interagire tra loro nel corso di interventi di carattere eccezionale che vanno al di là dei singoli confini. Tenendo conto che nel periodo estivo le strade in agosto si svuoteranno, la programmazione prevede che il progetto trovi seguito non appena le città torneranno a pieno regime. E nel caso in cui dovessero essere introdotte delle nuove misure anti-covid, come lockdown o coprifuoco, quest’anno sarà posta anche un’attenzione particolare al rispetto delle eventuali misure legate al contenimento dei contagi. I preparativi sono ormai giunti a buon punto e con l’annuncio ufficiale, che è appena arrivato, riguardo le risorse a disposizione, a breve saranno definiti anche i dettagli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA