Sterpaglie, piumini ed erba secca: nel territorio 50 incendi in pochi giorni
Il rogo di Caselle Lurani

Sterpaglie, piumini ed erba secca: nel territorio 50 incendi in pochi giorni

Lodi il Comune col maggior numero di eventi

Allarme per gli incendi delle sterpaglie e dell’erba arida dei campi. Negli ultimi giorni sono stati 50 gli interventi registrati dai vigili del fuoco per uscite determinate dal fuoco attecchito alla vegetazione secca, a sterpaglie e rami, più di 7 al giorno. Solo nella giornata di mercoledì, gli interventi dei pompieri sono stati 18. Condizioni meteo favorevoli al propagarsi delle fiamme, clima secco e asciutto e prolungata siccità, a volte una leggera brezza, la presenza dei piumini a terra e la disattenzione degli uomini sono il mix incriminato. E contrariamente a quanto si possa pensare, il comune nel cui territorio ci sono stati gli interventi più numerosi è proprio la città di Lodi, con gli incendi che si attaccano soprattutto a bordo strada. Non ci sono però zone del territorio al sicuro, con le uscite dei vigili del fuoco registrate dal Nord Lodigiano fino alla Bassa estrema.

Di norma si tratta di fiamme basse e piuttosto contenute, su cui i vigili del fuoco riescono ad avere la meglio con relativa facilità. Ma in alcuni casi l’incendio poi arriva a cumuli di sterpaglie più importanti o attacca altre strutture, con qualche difficoltà in più. È il caso delle fiamme che si sono propagate giovedì nella tarda serata a Caselle Lurani in via Donizetti, sul terreno di un’azienda agricola, dove le fiamme hanno raggiunto dimensioni importanti prima di essere domate.n 
An. Ba.


© RIPRODUZIONE RISERVATA