Spray urticante per bloccare la furia di un uomo a Codogno

Spray urticante per bloccare la furia di un uomo a Codogno

L’uomo alla richiesta dei documenti ha reagito violentemente prima contro i finanzieri e poi contro i carabinieri

Pluripregiudicato assale gli uomini della Guardia di finanza di Casalpusterlengo che lo fermano per un controllo anti-Covid, sul posto accorrono i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Codogno e l’uomo gli si rivolta contro sferrando calci e pugni.

C’è voluto lo spray urticante per placare il 31enne di Casalpusterlengo, con precedenti di polizia, che lunedì intorno alle 17.30 si trovava nei pressi del bar dei cinesi in piazza Cairoli a Codogno quando i finanzieri in borghese gli hanno chiesto i documenti e l’uomo si è rifiutato e ha dato subito in escandescenze.

Sopraggiunta l’aliquota radiomobile, si è replicata la stessa scena, con la gente che a quell’ora si trovava al parco e ha assistito sgomenta all’esplosione di violenza del giovane, culminata con l’arresto e l’accompagnamento in caserma.

Vedendosi aggrediti, i militari non hanno potuto far altro che usare lo spray al peperoncino per neutralizzare il 31enne, con ogni probabilità sotto l’effetto di qualche sostanza psicotropa. Quindi l’uomo è stato fermato e accompagnato in caserma per gli accertamenti di rito, ma la sua furia non si è placata. Durante il trasporto in macchina infatti ha preso a testate il finestrino e l’ha rotto. Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti, è stato messo in custodia cautelare presso il domicilio a Casale in attesa dell’udienza per direttissima che si terrà questa mattina a Lodi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA