Spaccio nei campi, i carabinieri di Lodi Vecchio arrestano un 39enne di Colturano
Controlli dei carabinieri di Lodi Vecchio

Spaccio nei campi, i carabinieri di Lodi Vecchio arrestano un 39enne di Colturano

Ricostruiti centinaia di contatti telefonici con i clienti lodigiani e non solo

I carabinieri della Stazione di Lodi Vecchio, dopo tre mesi di indagini, sono riusciti ad attribuire specifiche responsabilità, in merito a centinaia di episodi di spaccio di cocaina effettuati da un 39enne marocchino, irregolare sul territorio nazionale, domiciliato a Colturano (MI), sposato, senza lavoro e con precedenti specifici. Lo spaccio avveniva essenzialmente nei campi al confine fra le province di Lodi e Pavia, e riforniva decine di tossicodipendenti adulti (35-50 anni) del lodigiano, pavese e milanese. L’indagine è scaturita proprio da un controllo effettuato dai Carabinieri di Lodi Vecchio lo scorso 8 maggio, quando in pieno lockdown il marocchino, veniva sorpreso mentre cedeva cocaina a un 49enne di Pavia, riuscendo però, con una mossa fulminea, prima di essere bloccato a disfarsi nella vicina roggia di due sacchetti di cellophane contenente verosimilmente cocaina, dissoltasi nell’acqua. È stato rintracciato a Milano in zona Monforte nelle scorse ore e portato in carcere.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola sabato 17 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA