A Mediglia la vergogna del sovrappasso sulla Paullese
L’ascensore bloccato e transennato

A Mediglia la vergogna del sovrappasso sulla Paullese

Dopo sei anni di appelli e segnalazioni il collegamento tra le due sponde dell’arteria è regno di degrado

È stato inaugurato nel 2012 e avrebbe dovuto garantire facilità di accesso per tutti ai servizi attivi ai due lati della statale Paullese nel tratto che taglia in due i territori di Pantigliate e Mediglia. Ma la passerella sull’ex statale si è trasformata presto nel regno del degrado e dopo quasi sei anni di appelli e segnalazioni resta una delle grane di più difficile soluzione per il Sudmilano.

I due ascensori, che avrebbero garantito facilità di accesso alle fermate degli autobus, non hanno mai svolto il loro lavoro, se non per un lasso di tempo brevissimo, e ad oggi, nonostante segnalazioni, proteste e denunce la situazione non è cambiata. I quadri elettrici devastati, le cabine semidistrutte, e gli impianti oggetti di vandalismi ripetuti fanno della “passerella” una sorta di non luogo, utilizzata quasi esclusivamente nelle ore diurne e trasformata in terra di nessuno di notte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA