Si veste da corridore ed evade dai domiciliari, bloccato dalla polizia

Si veste da corridore ed evade dai domiciliari, bloccato dalla polizia

Alla vista della volante è fuggito verso il Sandone ma è stato arrestato

Evade dagli arresti domiciliari “travestendosi” da runner, con canottiera, pantaloncini e scarpe da ginnastica, ma la mossa non sfugge ai poliziotti: un marocchino di 36 anni domiciliato a Lodi è stato arrestato giovedì pomeriggio dagli agenti delle volanti che lo hanno notato lungo una strada tra il Chiosino e il Sandone. Il giovane, visto che i poliziotti lo guardavano, ha pensato bene di allungare il passo e di imboccare un sottopasso ferroviario, ma è stato raggiunto da due pattuglie con una manovra a tenaglia e identificato. Si è così scoperto che sarebbe dovuto rimanere chiuso in casa per ordine dell’autorità giudiziaria, ed è stato arrestato per evasione. La “direttissima” celebrata oggi, venerdì, in videoconferenza ha convalidato l’arresto e ha mantenuto per ora la stessa misura degli arresti domiciliari. Il nordafricano, coinvolto in un’indagine per spaccio, era stato sottoposto per quel motivo all’obbligo di dimora ma, avendolo violato, era stato poi messo agli arresti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA